31.10.16

Il mio veganrisotto al pomodoro e basilico




Chi l'ha detto che per un perfetto risotto al pomodoro sono necessari burro e parmigiano per la mantecatura? La mia versione, essendo vegan, non comprende nessuno di questi ingredienti ma vi assicuro che il risultato non deluderà!.
Quando è stagione lo preparo con i pomodori freschi, che devono essere maturi, ma in questo periodo va bene anche dell'ottima polpa di pomodoro in bottiglia, meglio se fatta in casa.
A me piace aggiungere la polpa di pomodoro in due riprese: la prima all'inizio per fare in modo che il riso si insaporisca bene in cottura, la seconda a pochi minuti dalla fine perchè amo molto sentire quel sapore che dona il pomodoro crudo.
Poi insaporisco il tutto a fine cottura con dell'olio aromatizzato al basilico.
Povatelo e poi fatemi sapere!!


Ingredienti:
  • 2 spicchi d'aglio
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 350 g di riso vialone nano
  • 700 g di pomodori maturi tagliati a cubetti oppure una bottiglia (700 g) di polpa di pomodoro
  • 3 cucchiai di doppio concentrato di pomodoro (se usate quello autoprodotto è meglio)
  • la punta di un cucchiaino di bicarbonato
  • sale e peperoncino
  • una decina di foglie di basilico fresco
  • brodo vegetale preparato con una carota piccola, una mezza cipolla, una piccola costa di sedano con le foglie e un pomodoro (non ne servirà molto perchè il pomodoro ha già il suo succo,  preparatene circa 500 ml, se avanza usatelo per altre preparazioni).
In una casseruola capiente scaldate leggermente l'olio con gli spicchi d'aglio tritati.
Versate il riso e fatelo insaporire qualche minuto fino a quando tenderà a diventare trasparente.
Unite 500 g di pomodori o polpa di pomodoro, il concentrato, il peperoncino e un po' di brodo.
Aggiungete il bicarbonato per togliere un po' di acidità e mescolate.
Continuate ad aggiungere poco brodo alla volta (regolatevi in base a quanta acqua rilasceranno i pomodori) e a metà cottura unite 5 foglie di basilico.
Nel frattempo che il riso cuoce scaldate due cucchiai d'olio con qualche fogliolina di basilico con il gambo.
Fate solo leggermente insaporire l'olio a fuoco basso per qualche minuto, deve appena appena soffriggere e poi spegnete il fuoco.
Controllate la cottura del riso, regolate di sale e 2 minuti prima di fine cottura aggiungete la rimanente polpa di pomodoro mescolando bene.
Completate la cottura lasciando il  riso un po' all'onda.
Filtrate l'olio aromatizzato eliminando foglie e gambi di basilico, versatelo sul risotto e servite.



29.10.16

CASTAGNACCIO DI SATURNIA



Un castagnaccio che si prepara per le festività natalizie nella zona di Saturnia.
Premetto che io non amo molto questo dolce della tradiziona toscana, ma questa ricetta, vista nel blog Andante con gusto, mi ha fatto cambiare idea!
L'unica mia variante alla ricetta (per questa mia prima volta) è stata la sostituzione della scorza di arancia candita, in quanto ne ero sprovvista, con della macedonia candita.
Provatela e poi fatemi sapere!!


Ingredienti per una teglia quadrata 23x23:
  • 250 g di farina di castagne
  • 320 g di acqua a temperatura ambiente
  • 1 cucchiaio e 1/2 di olio extravergine di oliva
  • 80 g di scorza di arancia candita
  • 50 g di uva sultatina o zibibbo
  • 25 g di pinoli sgusciati
  • 25 g di noci sgusciate
  • 50 g di cioccolato fondente tritato grossolanamente
  • 2 rametti di rosmarino
  • 1 bicchierino di Vin Santo (se non lo trovate optate per un vino liquoroso)

Ammollate l'uvetta nel Vin Santo almeno un'ora.
Preriscaldate il fono a 160°C.
In una ciotola formate una fontana con la farina di castagne, versate al centro l'extravergine di oliva e l'acqua, mescolate inizialmente con una forchetta e successivamente con una frusta.
Valutate se è il caso di aggiungere altra acqua, il composto dovrà avere una consistenza fluida, tipo sciroppo d'acero.
Bagnate un foglio di carta forno, strizzatelo, foderate la teglia e versatevi la pastella.
Lo stato dovrà essere alto circa 1 cm.
Cospargete con la frutta secca, la scorzetta d'arancia, il cioccolato spezzettato e gli aghi di rosmarino.


Infornate a 160°C per 30/35 minuti.
Il castagnaccio che dovrete ottenere deve essere morbido anche in superficie, non deve seccarsi troppo.
Fate raffreddare e servite tagliato a quadrotti, magari accompagnato da un bicchierino di Vin Santo.

Note: Io ho aggiunto un parte di pinoli e uvetta nell'impasto, per una versione più ricca.
Il mio si è seccato leggermente in superficie, la prossima volta abbasserò la temperatura a 150°C, tenetelo presente se anche il vostro forno "scalda" troppo.










Lunedì 07 Novembre 2016: rifatto Castagnaccio di Saturnia, con zenzero candito e cioccolato fondente alle nocciole





24.10.16

Minestrone con fusilli



Vi lascio un'altra ricetta di minestra di verdure.
Buona serata!!


Ingredienti:

  • 1 grossa cipolla
  • 1 grossa costa di sedano
  • 1 grossa carota
  • 1 grossa zucchina
  • 300 g di patate
  • 500 fagioli borlotti già lessati
  • 250 g di fusilli
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
  • prezzemolo tritato
  • peperoncino
  • sale
  • brodo vegetale o acqua
  • parmigiano veg
Tagliate a grossi pezzettoni tutte le verdure.
In una casseruola scaldate i due cucchiai d'olio, quindi aggiungete le verdure e fate cuocere per qualche minuto mescolando di tanto in tanto.
Unite i fagioli, il peperoncino e il concentrato di pomodoro.
Aggiungete il brodo vegetale fino a coprire il tutto e insaporite con sale e peperoncino.
Fate sobbollire coperto per circa 20 minuti,
Unite i fusilli, il prezzemolo e portate a cottura mescolando spesso e aggiungendo, se necessario, un po' di brodo bollente.
A fine cottura il minestrone deve apparire leggermente brodoso e cremoso.
Fate intiepidire leggermente e completate il piatto con un filo di olio a crudo e abbondante parmigiano veg.





20.10.16

Vegan panna da cucina homemade


 

La vegan panna da cucina si ottiene miscelando latte vegetale e olio di semi, con un procedimento simile a quello della vegan maionese.
Sostituisce egregiamente la classica panna da cucina ottenuta da latte vaccino e potete usarla per tutte le preparazioni che la richiedono: per condire tortellini, tagliatelle, pasta asciutta, per mantecare un risotto oppure come ripieno per le torte salate e quiche.
A presto!!


Ingredienti:

100 g di latte di soia senza aromi e senza zucchero ♠ 200 g di olio di semi di girasole spremuto a freddo

Inserire nel boccale del mixer il latte di soia.
Frullare facendo incorporare aria con movimenti dall'alto verso il basso.
Aggiungere l'olio di girasole a filo continuando a frullare e valutate la consistenza, se fosse ancora un po' liquida aggiungete ancora un po' di olio e frullate ancora.
Mettete in frigo una mezz'oretta, nel frattempo si addenserà ancora e usatela in tutte le preparazioni dove è prevista la classica panna da cucina.









9.10.16

Funghi Pleurotus arrostiti in padella



I funghi Pleurotus, volgarmente chiamati nel veronese meline o sbrise, sono ottimi cotti sulla griglia oppure impanati, ma a me piacciono moltissimo arrostiti in padella e poi usati come farcitura nei miei panini integrali vegan con tantissime verdure fresche che mi porto appresso durante le mie escursioni in montagna oppure quando non posso pranzare a casa.
Buona domenica!!


Ingredienti:
  • 1 kg di funghi Pleurotus
  • 2 cucchiai di olio
  • 2 spicchi d'aglio
  • un ciuffo di prezzemolo tritato
  • sale e pepe
Pulite i funghi da eventuali impurità con un panno inumidito, senza lavarli e poi tagliateli a strisce.
In una larga padella antiaderente versate l'olio, i funghi e l'aglio tritato.
Cuocete a fuoco vivace, senza coperchio, rigirando spesso con un cucchiaio di legno fino a quando l'acqua di vegetazione rilasciata dai funghi sarà evaporata, ci vorranno circa 15 minuti.
A questo punto proseguite ancora la cottura sempre a pentola scoperta e fuoco vivace, mescolando spesso, fino a quando i funghi formeranno una leggera crosticina dorata, caratteristica di questo piatto, altrimenti otterremmo solo dei buonissimi e morbidi funghi trifolati.
Poco prima di spegnere il fuoco salate, pepate e aggiungete il prezzemolo tritato.
Buonissimi da gustare come contorno ma anche per farcire panini.



1.10.16

Minestrone veloce



Un minestrone di verdure veloce, ideale quando si ha voglia di un buon piatto confortante ma il tempo per prepararlo è davvero poco.
Buon fine settimana!!


INGREDIENTI:

  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 1 grossa carota
  • 1 costa di sedano
  • 1 cipolla rossa
  • 1 spicchio d'aglio
  • un trito di salvia, rosmarino e prezzemolo
  • 400 g di patate
  • 2 pomodori maturi
  • 500 g di fagioli borlotti già lessati ( vanno bene anche quelli in lattina, scolati e risciacquati)
  • 240 g di piselli surgelati
  • 5 steli di cicoria catalogna

Tagliate a cubetti la cipolla, la carota, il sedano e tritate l'aglio.
Fateli soffriggere dolcemente in due cucchiai di olio insieme al trito di rosmarino, salvia e prezzemolo.
Unite i pomodori e le patate tagliati a cubetti, i fagioli borlotti e i piselli.
Coprite con il brodo e fate cuocere 20 minuti dall'ebollizione.
Poco prima della raggiunta cottura aggiungete la cicoria catalogna tagliata a pezzetti e regolate di sale e pepe.
Se lo desiderate potete arricchire il vostro minestrone con della pasta.
Servite con un filo di olio  crudo e parmigiano veg a piacere.